Img nuvoletta AdKaora Beauty Effect

AdKaora pubblica “The Beauty Effect”, un’analisi sul mercato della cosmetica nel 2021

Tempo di lettura: 1 minuto

L’Osservatorio sui cambiamenti in atto nei mercati e nei consumatori, sviluppato dal team Marketing & Comunicazione di AdKaora, ha pubblicato la nuova ricerca “The Beauty Effect”, che analizza il settore della cosmesi dal 2020 ai primi mesi del 2021, inquadrandolo come un mercato a metà tra resilienza e trasformazione.

Nel campo della cosmetica, l’Italia è il quarto sistema economico in Europa e il settore rappresenta una delle eccellenze italiane, non solo per il mercato interno, ma anche estero. Un mercato in buona salute che, però, a distanza di un anno dall’inizio della pandemia, ha subito ripercussioni economiche e attraversato profonde trasformazioni, ma che ha mostrato soprattutto una resilienza e una capacità d’adattamento alla nuova realtà più veloce rispetto ad altri settori.

Abbiamo indagato come sono cambiati i bisogni, le abitudini d’acquisto, il rapporto con il punto vendita fisico, i diversi canali distributivi e l’efficacia della pubblicità. Nel 2020, infatti, il consumatore ha cercato risposte nei prodotti cosmetici a nuovi problemi dovuti agli effetti del Covid-19 e una coccola personale per distrarsi dalla situazione restrittiva.

REGISTRATI QUI E SCARICA LA RICERCA

Ecco alcune evidenze che emergono dallo studio “The Beauty Effect”:

  1. Resilienza e attenzione ai nuovi bisogni: il settore della cosmetica resiste più di altri ai duri contraccolpi dell’attualità, ma occorre agire sui bisogni primari, secondari specifici, mutati e dormienti, che nel frattempo sono cambiati.
  2. Il ritorno nei negozi fisici: i consumatori sono tornati nei punti vendita fisici, non appena è stato possibile e, difatti, il primo trimestre del 2021 ha registrato un delta positivo rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente in termini di visite.
  3. Focus su valori brand e prodotto: il cambio delle abitudini di acquisto ha generato una serie di nuovi comportamenti. Uno fra tutti, la percezione del prezzo che, seppur importante, è ora meno determinante sull’acquisto, rispetto a caratteristiche del prodotto e valori del marchio.
  4. Nuovi must have di comunicazione: i marchi stanno riprendendo a investire in comunicazione, ma con un approccio rinnovato e nuovi principi da tenere in considerazione.
REGISTRATI QUI E SCARICA LA RICERCA
Share