Tempo di lettura: 2 minuti e mezzo

Una strategia efficace di marketing richiede oggi una comprensione approfondita di ciò che i clienti vogliono veramente e di come si pongono nei confronti di un brand o di un prodotto/servizio, insight che si possono ottenere attraverso survey dirette ai consumatori e costruite ad hoc all’interno di una strategia di advertising completa.

Oggi il customer journey dei consumatori è piuttosto frammentato e il loro “path to purchase” è costituito ormai da una serie di passaggi tra canali tradizionali e digitali che possono variare in modo significativo in base al tipo di persona. Per questo, anche i touchpoint e i micro-momenti attivabili con la propria comunicazione e con la pianificazione media non possono più essere considerati come isolati, ma come parte di un percorso sebbene non lineare comunque senza interruzioni.

Detto questo, quando si tratta di budget e di decidere come spenderlo e su quali canali, a guidare le scelte sono sempre i dati. Fornire risultati ed evidenze ai clienti sugli effetti di una campagna digital, e soprattutto mobile, non è solo una questione di considerazioni sull’efficacia dell’attività messa a punto con l’agenzia, ma aiuta a validare le soluzioni creative e tecnologiche attuate attraverso studi solidi. Vi presentiamo due strumenti molto importanti, che inseriti nell’ambito del proximity marketing, hanno lo scopo di restituire informazioni esclusive per i futuri progetti dei brand.

Cosa sono le Brand Lift Survey e le Behaviour Survey

Le Brand Lift Survey  sono sondaggi utili a misurare l’interazione tra brand e consumatore nell’ambito di una campagna pubblicitaria. Questo tipo di indagine aiuta a identificare com’è cambiato il customer journey di un cliente nei confronti di un brand in termini di consapevolezza, percezione, considerazione e probabilità di acquisto.

Ecco alcune domande a cui risponde una Brand Lift Survey:

  • Il pubblico è in grado di ricordare l’annuncio?
  • Sono più consapevoli della presenza del brand X dopo aver visto l’annuncio?
  • L’annuncio ha influenzato le persone nel considerare il marchio o prodotto?
  • I consumatori sono più propensi ad acquistare il prodotto o il marchio dopo aver visto l’annuncio?

Gli studi di brand lift sono uno strumento potente da utilizzare per misurare le campagne di marketing. Il fulcro dello studio è chiedere direttamente ai consumatori se l’annuncio a cui vengono esposti, genera l’impatto positivo che ogni brand spera per il suo prodotto e come si inserisce la sua percezione nel processo decisionale del cliente.

Le Behaviour Survey studiano le modalità in cui i consumatori selezionano e utilizzano prodotti e servizi, basandosi su fattori psicologici, motivazionali e di puro comportamento.

Ecco alcune domande a cui risponde una Behaviour Survey:

  • Come pensano i consumatori e cosa sentono relativamente alle diverse alternative (marchi, prodotti, servizi e rivenditori)?
  • Come ragionano i consumatori e in che modo scelgono tra diverse alternative?
  • Come si comportano i consumatori durante la ricerca e lo shopping?
  • In che modo il comportamento dei consumatori è influenzato dal loro ambiente (colleghi, cultura, media)?
  • Come si possono adattare e migliorare le campagne di marketing per influenzare in modo più efficace il consumatore?
Grazie a questa tipologia di analisi, è possibile ottenere risultati dettagliati sull’effetto della campagna e conoscere il sentiment del target rispetto al prodotto o servizio. Inoltre, permette di raccogliere insight sull’arena competitiva e sul perchè i consumatori fanno determinati acquisti di un settore verticale ma non del brand specifico in questione.

 

Brand Lift e Behaviour Survey: due strumenti chiave del Proximity Marketing

E’ sempre più importante offrire al mercato misurazioni complete qualitative e quantitative, perciò affiancare strumenti di Brand Lift Survey e Behaviour Survey alle attività media e di proximity marketing rappresenta un vero plus decisionale. Non solo in generale, ma, soprattutto, in un periodo storico particolare, in cui lo studio accurato dell’audience e delle sue mutate abitudini può aiutare il brand a fare valutazioni puntuali sul prodotto, conoscere i desideri e gli interessi delle persone, definire nuove strategie di comunicazione ed acquisire nuovi clienti.

COME LO FACCIAMO?

Con la nostra avanzata Proximity Suite, effettuiamo survey e analisi ad hoc basate sulle esigenze di ogni cliente. Insieme a CheckBonus si possono, infatti, raccogliere preziose informazioni sullo spaccato socio-demografico e comportamentale dei consumatori, evidenze sul posizionamento del brand, le percezioni su prodotto e marchio, le intenzioni di acquisto, l’arena competitiva. Oltre agli insight su carotaggio del venduto, vendite per insegna e analisi sell out.

Grazie ad un modello di gamification, è possibile incrementare la pedonalità negli store fisici, promuovere la scoperta di un prodotto, supportare le vendite di prodotti già conosciuti o enfatizzare attività promozionali in-store, garantendo una misurazione certa e soprattutto coinvolgendo la base utenti per analisi puntuali e approfondite.

Creatività, velocità e tecnologia contano sempre, ma i retailer basano sempre più le loro decisioni sugli insight dei consumatori perché:

  1. Consentono di individuare e indirizzare i consumatori con precisione
  2. Sono un elemento guida strategico importante per sapere dove si trova il pubblico di interesse e intercettarlo per garantire il ritorno sull’investimento.

Quindi cosa aspetti? Pianifica le tue survey all’interno di una strategia di proximity marketing.

 

CONTATTACI QUI. STUDIAMO INSIEME UNA STRATEGIA AD HOC PER IL TUO BRAND.

Condividi sui social